Consapevolezza, Pratica

Il potere delle domande

Uno degli strumenti che ho trovato piu’ utili nell’ambito della metodologia del coaching e’ l’arte di porre domande. Le domande hanno un grande potere.

Ce ne sono alcune che  “aprono le porte della consapevolezza”, altre che mettono in difficolta’, altre che fanno paura, altre ancora che fanno male e domande che ti fanno battere il cuore. 

Se accetti di andare in crisi e rispondi sinceramente vedrai una nuova strada aprirsi. Probabilmente una soluzione che non avevi assolutamente contemplato, o forse un’alternativa che sembrava impossibile. 

Nella mia esperienza di psicomotricista-coach ho visto il potere delle domande in azione piu’ di una volta ed ho potuto osservare  volti cambiare, sguardi illuminarsi, movimenti crearsi, proprio grazie alle domande cosi’ dette “potenti”. 

Come puo’ una sola domanda  avere tutto questo potere?

Molto semplice! Una domanda diventa potente solo se si ha il coraggio di scrivere la risposta, perche’ il suo potere e’ nascosto nella risposta.

Fai attenzione a dove poni lo sguardo, perche’ se continui a porti quesiti, anche intelligenti, senza rispondere sara’ difficile che la domanda possa esprimere tutto il suo potenziale.

Quello che ho osservato in questi anni e’ un fiorire di domande ma ben poche risposte. E allora, in questo periodo dell’anno (la fine dell’anno), un periodo ricco di domande importanti, non perdere l’occasione!

RISPONDI.

Scrivi la tua risposta, leggi la tua risposta, respira la tua risposta e un passo alla volta mettila in atto.

Il potere e’ tutto qua. 

IN EQUILIBRIO TRA MODALITA’ DELL’ESSERE E MODALITA’ DEL FARE.

Buona pratica!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.