perché scrivere
Consapevolezza, Scrittura

Perché è importante scrivere?

Perché è importante scrivere? La scrittura ti permette di entrare in connessione con il tuo centro e di tenere traccia dei movimenti del tuo mondo interiore. Quando scrivi hai la possibilità di essere sia protagonista che testimone di tutti i tuoi cambiamenti. I benefici che ne puoi trarre sono davvero notevoli. Attraverso questa pratica entri in contatto con il tuo mondo interiore, il tuo intuito e la tua saggezza. Ti puoi accorgere della grandezza che nascondi dentro di te e delle infinite sfumature di stati d’animo.

Affinché questo sia possibile hai bisogno di trovare una modalità di scrittura che ti appartenga ed una cadenza. Hai bisogno di fissare un appuntamento con la scrittura che sia funzionale per te e la tua organizzazione. Non crearti un ulteriore dovere ma costruisci questo spazio/tempo in modo da sentire che ti stai facendo un regalo e ti stai prendendo cura di te. Le regole, le modalità di scrittura, la struttura del tuo diario, sono nelle tue mani. Sei tu che scegli.

Nella mia esperienza professionale la scrittura è la pratica che richiama più “resistenze”: è faticosa, non dà un effetto benefico immediato, richiede tempo e costanza. Io trovo che sia uno strumento fondamentale senza il quale molti progressi e cambiamenti passerebbero inosservati o non compresi. Per questo motivo insisto e propongo spesso esercizi di scrittura nei miei percorsi di consapevolezza corporea.

Scrivere ti permette di tenere traccia di ciò che accade dentro di te e unita alla pratica di consapevolezza corporea ti aiuta a comprendere il linguaggio del corpo.

Scrivere per comprendere i messaggi del corpo

Se vuoi utilizzare la scrittura per comprendere i messaggi che il tuo corpo ti invia ti propongo la metodologia delle tre fasi. Una volta imparata la struttura potrai proseguire in autonomia e, quando necessario, chiedere un consulto per aiutarti nella fase della comprensione.

La pratica di scrittura del corpo è composta da tre fasi:

  • L’ascolto del corpo che può avvenire attraverso una pratica di consapevolezza, una pratica di rilassamento, un trattamento energetico, una pratica di stretching, di movimento, di respiro, una lezione di yoga, di pilates etc.
  • La scrittura è la fase successiva alla pratica: segna le sensazioni, le emozioni affiorate, le eventuali immagini apparse. In questa fase è importante ricordarsi di scrivere senza particolare attenzione alla forma. Puoi anche disegnare, o scrivere solo delle parole chiave. L’importante è creare materiale che servirà per aiutarti in seguito a comprendere i messaggi del corpo.
  • La lettura : scegli un tempo da dedicare alla lettura e quando avrai creato un po’ di materiale (non basta una sola pratica, è necessaria un po’ di continuità), trova uno spazio di ascolto dentro di te per leggerTI. E’ in questa fase che raccogli il frutto del tuo lavoro di scrittura. Potresti cogliere delle connessioni, avere intuizioni e, probabilmente iniziare a comprendere il messaggio nascosto in un disagio o in un dolore del corpo.

Oltre a questa modalità, esistono tantissimi modi per utilizzare la scrittura e la pratica del diario. Nel libro “Le parole del corpo. Appunti di consapevolezza al femminile” all’interno del capitolo “In Biblioteca” ti offro 9 spunti per lavorare con questo strumento.

Se vuoi a questa pagina trovi le informazioni sul libro.

Photo by Aaron Burden on Unsplash

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.