Consapevolezza, Intuito

La porta della creativita’

Come si fa ad aprire la porta della creativita’ quando ti serve? E’ qualcosa che ha un proprio movimento o puo’ essere incanalata? Queste sono alcune domande che mi sono fatta quando ho iniziato ad approfondire questo argomento.

Io sono convinta che, cosi’ come l’intuito, la creativita’ sia un canale a nostra disposizione e che possa essere utilizzato anche intenzionalmente.

Per tanti anni ho pensato: “se sono ispirata scrivo, creo, invento ma non dipende da me” .Ero convinta di essere dotata di una buona dose di creativita’, di essere una privilegiata perche’ avevo delle “illuminazioni”, perche’ non ero mai a corto di idee nuove e non dovevo far nulla per farle arrivare. Ero pero’ al servizio di una creativita’ capricciosa: si mostrava solo quando voleva lei. Mi sono accorta che questa convinzione mi ha limitato molto nel tempo e, ad oggi, mi sembra un po’ una scusa.

Ora, con la consapevolezza di oggi, sono convinta non solo che sia un canale che puo’ essere allenato, ma anche che sia presente in ognuna di noi .

Per quanto mi riguarda trovo che la mia essenza, si esprima proprio attraverso il processo creativo. La creativita’ per me infatti ha molto piu’ a che fare con il processo creativo che con il prodotto in se’.

La porta della creativita’ e’ quella porta che apro e quella soglia che varco ogni volta che mi metto in contatto con il mio centro e con il mio spazio sacro.

L’anima ha bisogno della creativita’ per potersi esprimere.

Cosa significa per te creativita’ ?

Se provi a spostare l’attenzione dal prodotto al processo potresti accorgerti che la esprimi nella tua vita quotidiana piu’ di quanto pensi. Pensa a quando ti trovi in situazioni complicate o improvvise e a come trovi una soluzione.

Per allenare questa tua abilita’ hai bisogno di trovare il tuo metodo e i tuoi esercizi. Puoi prendere spunto dai libri, dai corsi, ma e’ necessario che tu possa creare una tua strada per arrivare ad aprire la tua porta della creativita’ perche’ la chiave la possiedi solo tu.

Io la strada l’ho scoperta attraverso l’ascolto del corpo e in contatto con il mio mondo interiore . E il mio allenamento e’ dato dall’alternanza di spazi pieni e spazi vuoti. E’ attraverso questa ciclicita’ che riesco a tenere attiva la mia creativita’.

Photo by Luis Alfonso Orellana on Unsplash

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.