Chi Sono

Psicomotricita’ e coaching : ho scelto di integrare queste due metodologie nel mio lavoro per accompagnare le donne nei processi di cambiamento. Queste due professioni, con il tempo, si sono amalgamate dentro di me e collaborano in equilibrio tra “fare e stare”.

ASCOLTA IL TUO CORPO, CREA LA TUA VITA.

Un po’ di storia professionale

Il mio interesse verso il corpo come strumento di relazione e comunicazione emotiva e’ nato nel 1994, anno in cui ho intrapreso il percorso di studi per diventare Psicomotricista.  Ho lavorato per vent’anni nell’ambito terapeutico con bambini aggiornando la mia professionalita’ integrandola con altri percorsi formativi tra cui le tecniche di rilassamento psicosomatico, il metodo Pilates e il Life Coaching ad Approccio Metacorporeo . 

Accanto alla formazione professionale di questi anni non e’ mai mancata l’attenzione alla formazione personale attraverso pratiche psico corporee come il metodo di liberazione delle corazze, e la meditazione consapevole (Mindfulness).  Ogni nuovo corso, ogni nuovo apprendimento ed esperienza personale e professionale hanno contribuito alla creazione nel Gennaio 2015 del Metodo Consapevole©. 

Il mio presente

Creo percorsi individuali di consapevolezza corporea online per donne. Aiuto le donne nei processi di cambiamento, nei momenti dolorosi di una malattia a trovare un nuovo equilibrio e nuove risorse. Utilizzo il mio “essere psicomotricista” per entrare in ascolto profondo con chi mi chiede aiuto e creo attivita’ di ascolto corporeo su misura. Integro la metodologia del coaching per trovare una strada anche quando sembra non ci sia e per riscoprire i propri talenti. Mi connetto con il mio intuito e con la mia creativita’ per creare visualizzazioni e pratiche di rilassamento “cucite su misura”.

Quando mi chiedono di cosa mi occupo per lavoro e’ sempre un po’ difficile riuscire a far comprendere la specificita’ di queste due professioni che mi appartengono. E’ un concetto che spesso fa sbarrare gli occhi e non e’ di facile comprensione sia perche’ la psicomotricita’ e ‘ sempre associata solo ai bambini (spesso disabili) e sia perche’ il coaching spesso e’ associato ai motivatori americani. Da qualsiasi punto la si guardi diventa quindi arduo, e spesso poco efficace, cimentarsi in una discussione per spiegare la peculiarita’ di queste due pratiche di cambiamento. Sono entrambe due metodologie che hanno bisogno di essere provate, sperimentate e “attraversate”.

Psicomotricita’ e Coaching: una collaborazione efficace.

Se dovessi rappresentare con due simboli queste professioni utilizzerei un semicerchio per la psicomotricita’ e una freccia per il coaching.

L’approccio psicomotorio mi permette di lavorare sul e con il corpo per entrare in una dimensione di ascolto profondo. Mi permette di sostenere e accogliere la donna che chiede il mio aiuto e di renderla consapevole e autonoma. Gli strumenti di coaching mi aiutano a trasformare una situazione critica in una situazione di opportunita’. Mi aiutano ad aiutare la donna che decide di diventare protagonista indipendente del proprio cambiamento.

Entrambe le metodologie hanno caratteristiche specifiche e differenze che le rendono indipendenti una dall’altra pur avendo in comune il terreno della consapevolezza, fondamentale per tutti i cambiamenti.

In ogni cambiamento si possono notare due fasi che si alternano: ESSERE e AGIRE. C’e’ un tempo per fermarsi, osservare e ascoltare e un tempo per agire e andare. Anche nei cambiamenti si puo’ osservare una certa ciclicita’ tipica femminile. Psicomotricita’ e coaching riescono bene ad interpretare queste due fasi e sostengono il mio lavoro sia teoricamente che praticamente.

Essere di aiuto e sostenere i passaggi di cambiamento nelle diverse fasi di vita di una donna e’ per me un privilegio e la consapevolezza di aver scelto di esprimere un mio talento.

Un progetto di scrittura

Nel maggio del 2017 ho pubblicato il mio primo libro: “La mia consapevolezza e’ in movimento” che puoi trovare qui: https://www.amazon.it/mia-consapevolezza-movimento-Barbara-Boschi/dp/8892659987

ISCRIVITI ALLA MIA MAILING LIST PER RESTARE AGGIORNATA E RICEVERE LE LEZIONI DI CONSAPEVOLEZZA GRATUITE

NELLE PAROLE MI PERDO, NEL CORPO MI RITROVO

Qualche notizia in piu’ su di me

Il cambiamento e’ l’argomento principale della mia professione ma lo e’ anche della mia vita. Dopo essermi occupata per 20 anni di terapia psicomotoria infantile ho deciso di ascoltare il mio corpo, il mio cuore e la mia anima e lasciare l’ambiente sanitario per dedicarmi al mondo degli adulti.

Ho iniziato ad utilizzare la pratica psicomotoria come educazione all’ascolto del proprio corpo e come conoscenza di se’ stessi attraverso il movimento.

Non e’ stata una scelta facile ma sentivo da tempo che qualcosa era cambiato. Era arrivato il tempo di lasciare andare il vecchio lavoro per crearne uno nuovo.

La consapevolezza di vivere in un presente che non mi corrispondeva piu’ era forte ma la paura e le resistenze al cambiamento lo erano di piu’.

Il coraggio di fare il salto l’ho ricevuto dal mio corpo. Ad un certo punto il disagio corporeo che provavo si e’ fatto sentire talmente forte che non era piu’ possibile ignorare il messaggio. Nel momento in cui ho smesso di resistere a questo cambiamento tutto e’ diventato fluido e naturale ma soprattutto graduale, senza ulteriori traumi.

Il fatto che definisca questo mio cambiamento professionale fluido e naturale non significa che non abbia richiesto tempo, impegno e fatica; questo passaggio in realta’ ha comportato anche la necessita’ di acquisire nuove competenze da poter integrare alle precedenti. In ogni caso per ogni fatica superata sono stata ripagata con soddisfazioni e gratificazioni.

Credo che la gradualita’ nei cambiamenti sia fondamentale per poter integrare il “nuovo” con il “vecchio” e questa integrazione richiede tempo. Non solo un tempo “che passa” ma un tempo in cui la nostra trasformazione interna avviene, un tempo consapevole .

Ed e’ cosi’ che ho smesso di aver paura dei cambiamenti ed ho imparato non solo ad accoglierli ma a volte anche a crearli. Nel luglio 2017, dopo aver vissuto per 44 anni a Milano, ho deciso di lasciare la citta’ per andare a vivere al mare, in liguria. Anche questo cambiamento, nonostante fosse fortemente voluto, ha creato dei disequilibri iniziali e delle difficolta’. Ogni cambiamento porta con se’ dei lati luce e dei lati ombra.

Contatti

Se sei interessata ai percorsi individuali e/o ai corsi on line, compila il modulo qua sotto con la tua  richiesta.