capelli d'argento
Consapevolezza Corporea, Dietro le quinte

Capelli d’argento

Capelli d’argento: ovvero come ho preso la decisione di non tingermi più i capelli. Cosa c’entra la scelta di non tingersi i capelli in un blog dedicato alla consapevolezza corporea al femminile? Ti sembrerà strano, ma ascoltare il corpo ha dei risvolti anche molto pratici.

Voglio condividere con te che leggi questa “semplice” scelta per mostrarti quanto a volte i cambiamenti ci spaventano e quali dinamiche si nascondono dietro “banali” decisioni.

Nel mio caso specifico era da un pò di anni che cullavo questa idea, ma ero poco convinta. Quando si stava avvicinando il momento della tinta rimandavo la scelta al mese successivo adducendo a scuse che, a pensarci ora, erano anche un pò ridicole.

Cosa non funzionava? Qual era l’ingrediente mancante che non mi permetteva di passare dall’idea all’azione?

La risposta è presto svelata. Non pensavo con il corpo, ma lasciavo che le convinzioni limitanti e le credenze del mio ambiente mi influenzassero.

Mi lasciavo condizionare da alcune voci che sentivo dentro di me: “sembrerai sciatta”, “per diventare uniforme passerà un anno”, “è presto per questa scelta, sei ancora giovane”. Tutte convinzioni e sentenze che, ascoltate bene e con attenzione, nascondevano la trappola dello sguardo altrui.

Una volta riconosciute e illuminate, la loro forza si è dimezzata fino a diventare insignificante. Fino a quando, un mese prima del lockdown, ho deciso, senza alcuna fatica, che avrei smesso di tingermi per lasciare che i miei capelli si potessero esprimere con colpi d’argento qua e là.

Nessuna decisione mentale o scelta radicale, ho semplicemente assecondato un bisogno della mia essenza. Le decisioni che “prendo con il corpo”, rispettando i miei tempi, sono quelle che avvengono in maniera naturale e senza sforzo, e sono quelle che mi permettono di affrontare e superare lo sguardo dell’altro.

Capelli d’argento: quando il cambiamento è visibile anche all’esterno.

Presa la decisione, mese dopo mese, diventa sempre più evidente anche all’esterno: come reagisce la gente a questo tuo cambiamento? Preparati a divertirti! 😉

C’e’ chi non osa chiedere nulla, ma ti osserva attentamente e, mentre parli, ti rendi conto che ti sta fissando i capelli. Qualche coraggiosa osa dirti che il lockdown è finito e i parrucchieri hanno riaperto.

C’è chi dice “Hai fatto bene! Brava. Eh, ma tu sei coraggiosa, io non ho la tua forza”. (?!!) Poi c’e’ chi ipotizza scenari di rivendicazione dei diritti delle donne e vede la tua decisione come una scelta politica e di ribellione.

Fortunatamente c’è anche chi, con un bel sorriso, semplicemente afferma: “Benvenuta nel club!”.

Qualsiasi cambiamento farai, dai capelli a scelte più importanti ci sarà sempre chi ti dirà che hai fatto bene e chi ti dirà che stai sbagliando. Così come la tua felicità non dipende dagli altri allo stesso modo i tuoi cambiamenti non possono dipendere dall’approvazione esterna.

Consapevolezza corporea al femminile è anche un lavoro di accettazione del corpo che invecchia. Invecchiare può diventare un percorso meraviglioso se non lo si ostacola resistendogli. Io inizio dai capelli, il resto verrà da sè.

Photo by Jenelle Hayes on Unsplash

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.