femminile e maschile
Consapevolezza, Consapevolezza Corporea

Universo Femminile e Universo Maschile

Universo femminile ed universo maschile: due universi diversi e complementari. Da circa due anni ho scelto di lavorare unicamente con le donne attraverso percorsi di consapevolezza corporea online.

A questo proposito, spesso mi viene fatta un’obiezione: “Perchè ti rivolgi solo alle donne e non anche gli uomini? Anche gli uomini potrebbero trarre beneficio dalle pratiche di consapevolezza corporea” . Effettivamente il ragionamento non fa una piega.

Cosa mi ha spinto, allora, a fare la scelta, a costo di essere etichettata come “femminista”, poco accogliente, estremista e via dicendo? La mia professionalità. Ho ascoltato il mio disagio, le mie resistenze, ma soprattutto il mio corpo mentre lavoravo.

Attraverso questo articolo voglio brevemente raccontarti come questa scelta si è fatta strada dentro di me nel corso degli anni.

Vivo in un corpo di donna da 47 anni, ho ereditato una saggezza femminile e mi sembra giusto esprimerla anche attraverso la mia professione. La scelta di dedicarmi al femminile è una scelta corporea che, inevitabilmente, può portare a delle riflessioni sia in campo sociale che nell’ambito del femminile sacro o nella sfera del femminismo.

Il mio linguaggio privilegiato è il corpo ed è da questo punto di partenza che io ho intrapreso il viaggio nel mondo dell’universo femminile.

Consapevolezza corporea al femminile

La scelta di lavorare con i percorsi di consapevolezza corporea declinandoli al femminile nasce “sul campo”, dall’esperienza di conduzione di pratica corporea con gruppi di donne e uomini.

Con l’esperienza mi sono resa conto che, sia nella fase di preparazione che nella fase di svolgimento delle lezioni in gruppo, ero più portata a parlare al corpo delle donne. Per non escludere però, i pochi uomini che osavano varcare la soglia della stanza di pratica (coraggiosi), adattavo le pratiche rendendole “unisex”. Questo può funzionare(e funziona) in alcuni casi, ma a lungo andare mi portava a non essere soddisfatta. La sensazione era quella di non permettere un ascolto del corpo profondo e mirato e di rimanere in superficie.

Il mio scopo era (ed è tuttora) quello di poter far accedere ognuno al proprio massimo potenziale di ascolto corporeo. Mettere le persone in condizione di scoprire la consapevolezza corporea e goderne dei benefici nella quotidianità. Volevo dare gli strumenti più adatti ad ognuno, ma era quasi impossibile in gruppo misto.

A dir la verità, anche in un gruppo omogeneo, di sole donne, il lavoro corporeo può essere limitato. Ognuna di noi ha un vissuto specifico ed unico e in casi particolari l’unica via è quella dei percorsi individuali. Di questo però ne ho già parlato in questo articolo: Consapevolezza in gruppo

Fatte queste premesse, ho preso la decisione di seguire il mio intuito e, alla pratica corporea, ho iniziato ad aggiungere lo studio aumentando la mia conoscenza in ambito di consapevolezza femminile. Il mio lavoro si è evoluto con me ed ha assecondato i miei studi fino al punto di trascrivere il mio pensiero di questi ultimi anni in un libro di prossima uscita. (Le parole del corpo – Appunti di consapevolezza al femminile)

Universo Femminile ed Universo Maschile: quale futuro?

Universo maschile ed universo femminile: io li vedo camminare verso il futuro mano nella mano, così come nella foto che ho scelto per questo articolo.

Accompagnare le donne nel percorso corporeo di scoperta del proprio potenziale femminile per migliorare i rapporti con l’universo maschile: questo è ciò che mi guida. Da soli si può fare molto, ma insieme si può andare più lontano.

Il mio sogno nel cassetto? Trovare un professionista dell’universo maschile con il quale collaborare per creare percorsi corporei dedicati ad entrambi gli universi. Io la butto lì. 😉

Photo by Becca Ayala on Unsplash

3 pensieri su “Universo Femminile e Universo Maschile”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.