Consapevolezza, Pratica

L’ascolto del corpo non basta

Ascolta il tuo corpo : e poi?

Cosa succede quando ascolti il corpo? In un primo tempo alleni l’attenzione e la dirigi consapevolmente nelle varie parti del corpo (body scan) per accorgerti di tensioni, dolori, semplici differenze tra un lato e l’atro. Poi la tua capacita’ di osservazione puo’ spostarsi alla consapevolezza emotiva nel corpo.

Quali sono i modi in cui l’emozione si fa sentire dentro di te? Un battito cardiaco accelerato, una lacrima che scende, un respiro veloce, una serie di brevi apnee, la tua attenzione non giudicante esplora le sensazioni nel corpo e puoi iniziare a dare un nome a un’emozione, ad uno stato d’animo.

E cosi’ il dialogo con il corpo ha inizio.

Il dialogo con il corpo e’ un dialogo che parla di te, e’ la possibilita’ che ti dai di comprendere i messaggi che il tuo corpo ti sta inviando. Spesso si inizia a dialogare in questo modo quando si ha un dolore; si cerca di risolvere la situazione, di eliminare quel disagio e tornare a vivere. Il dialogo con il corpo richiede tempo, pazienza e una grande consapevolezza per non cadere in vecchie storie che ti racconti da tempo ed evitare di perdersi nelle parole. Questo tipo di dialogo richiede anche coraggio, il coraggio di accogliere il dolore per trasformarlo e cambiare .

Ognuno di noi puo’ dialogare con il proprio corpo in maniera del tutto personale utilizzando parole o immagini e ricorrendo alla propria saggezza corporea attraverso l’intuito. Il corpo ha una memoria ed e’ ascoltando quella precisa memoria che emerge dai muscoli che riuscirai a contattare il messaggio profondo che il corpo ti comunica.

Per evitare di perdersi nelle parole si puo’ tracciare un percorso da seguire imparando a rispondere ad alcune domande, quando si avverte un dolore o un disagio, per imparare a affinare la propria consapevolezza corporea.

Ecco le 5 domande che di solito io uso:

  • DOVE? Dove e’ localizzato il dolore o il disagio nel corpo.
  • QUANDO? Il dolore o il disagio e’ sempre presente o solo in alcuni momenti.
  • COME? Come si presenta il dolore, utilizza anche le immagini per descriverlo.
  • SVANTAGGI? Cosa non posso fare a causa di questo dolore.
  • VANTAGGI? Quale vantaggio posso trarre da questo dolore.

Rispondendo a queste domande in forma scritta e concedendoti del tempo per rileggere inizi a creare un dialogo consapevole e costruttivo con il tuo corpo.

E se vuoi iniziare a praticare con il corpo puoi ricevere le lezioni di consapevolezza online iscrivendoti alla newsletter per accedere all’area riservata con tutte le lezioni scaricabili.


Photo by Denis Oliveira on Unsplash

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.