Consapevolezza, Pratica

Il privilegio del mio lavoro

Spesso alla fine di una giornata di lavoro mi sento una privilegiata.

Non solo perché mi piace ciò che faccio, ma soprattutto perché ho la possibilità (e spesso anche l’onore) di lavorare con le persone e con le loro parti fragili: le piu’ preziose.

Ho la possibilita’ di assistere al processo di trasformazione della vulnerabilita’ che, adeguatamente accolta e ascoltata, diventa forza e permette di superare gli ostacoli.

Ognuna di noi trova la propria strada per tornare in sintonia con se stessa attraverso diverse modalita’. Ognuna di noi e’ unica ed irripetibile e, fatte queste premesse, credo sia facile comprendere quanto, assistere a questi momenti creativi dell’essere umano, sia fonte per me di gratitudine.

E’ un privilegio e allo stesso tempo un insegnamento. Mi apre alla meraviglia nei confronti delle infinite potenzialita’ che ognuno di noi possiede e alla fiducia incondizionata nei processi evolutivi.

E’ un privilegio e allo stesso tempo una responsabilita’ . Mii aiuta a non abbassare la soglia dell’attenzione, a non nuocere e, soprattutto a lavorare su me stessa costantemente.

Grazie di cuore a chi si e’ affidato, a chi si sta affidando e a chi si affidera’ 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.