Consapevolezza, Pratica

Il sapere e la pratica

Sai mettere in pratica cio’ che leggi, cio’ che studi?
A volte ci si blocca nella fase di apprendimento e non si passa alla tappa successiva: la tappa della pratica.

Ho gia’ scritto un articolo dedicato al tempo dell’essere ed il tempo del fare .https://barbaraboschi.blog/2019/01/04/il-tempo-dellessere-e-il-tempo-del-fare/

In questo articolo voglio invece portare la tua attenzione al tempo del sapere e al tempo della pratica.

Pensando all’argomento della crescita personale e dello sviluppo delle potenzialita’ ritengo che il tempo dell’esperienza sia la parte piu’ importante se si vogliono vedere dei risultati.

Sulla rete, nelle librerie esistono infinite risorse di crescita personale, metodi e programmi, se ti limiti a leggere questi libri, sarai sicuramente  piu’ informata  ma se non le applichi nella tua vita quotidiana la tua vita non cambiera’.

E’ davvero necessario il tempo della pratica se vuoi vedere dei risultati. Sapere non e’ sufficiente  per integrare dentro di te cio’ che leggi.

Saper mettere in pratica significa mettersi in gioco, provare, rischiare di fare degli errori ma allo stesso tempo integrare la materia e farla diventare esperienza.

Sicuramente e’ piu’ semplice restare in una zona di comfort e barricarsi dietro infinite definizioni e saperne di tutto e di piu’ su uno specifico argomento. La pratica di chiede di uscire allo scoperto, di fare fatica ma al tempo stesso ti concede la possibilita’ di apprendere e di ricordare.

Le esperienze restano piu’ facilmente perche’ entrano a far parte della memoria corporea. L‘apprendimento corporeo e’ un canale privilegiato di conoscenza, un peccato non utilizzarlo!

“Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco.”

1 thought on “Il sapere e la pratica”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.