Consapevolezza, Pratica

Il tempo dell’essere e il tempo del fare

Una delle tante cose che ho imparato attraverso la pratica mindfulness e’ che non sempre abbiamo bisogno di fare e non sempre possiamo stare nell’essere.

Esiste un tempo dell’essere ed un tempo del fare. Uno e’ fondamentale per l’altro. Per avere una vita piu’ armoniosa con se’ stessi e con gli altri e’ necessario che questi due tempi siano non solo presenti ma anche in equilibrio.

Quando c’e’ un buon equilibrio tra questi due tempi le situazioni fluiscono piu’ semplicemente ed anche i problemi, che comunque non svaniscono, riescono ad essere affrontati in modo meno tragico e drammatico.

Per questo motivo ti invito a riflettere su quanto del tuo tempo e’ destinato al FARE e quanto al tempo dell’ESSERE.

Inizia portando la tua attenzione a come si svolgono le tue giornate. A che velocita’ viaggi durante il giorno? In che modo passi la maggior parte del tuo tempo? Quale e’ stata l’ultima volta che hai preso del tempo per te stessa per stare tranquilla ad ascoltare il tuo respiro? Queste sono solo alcune delle domande che puoi farti per comprendere se la tua vita e’ in equilibrio tra fare ed essere.

Una volta presa consapevolezza di questo, prova ad apportare i cambiamenti necessari altrimenti serve a poco. Una consapevolezza senza azione e’ poco efficace, cosi’ come lo e’ un’azione senza consapevolezza.

Ci saranno sempre dei periodi in cui l’ago della bilancia tendera’ di piu’ verso il fare e altri periodi in cui tendera’ di piu’ verso l’essere. Cio’ che e’ importante e’ che tu ne sia consapevole e che possa alternare questi periodi in armonia.

Per fare questo hai bisogno di rallentare e di ascoltarti spesso mentre FAI, accorgerti di come e quanto sei presente nei tuoi atti quotidiani.

E’ molto semplice, non facile.
E’ tutta una questione di equilibri nella vita.

4 thoughts on “Il tempo dell’essere e il tempo del fare”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.