Consapevolezza, Pratica

L’onda creativa

Arriva cosi’, senza appuntamento, trasportata da un’onda, e se non ti fermi per ascoltarla, passa e se ne va utilizzando un’altra onda.

Cosi’ come e’ arrivata se ne va senza fare tanto rumore, senza chiedere nulla di piu’ che essere ascoltata e trasformata, e se non sarai tu che la trasformerai in realta’, in progetto, in comunicazione, puoi stare certa che trovera’ qualcun altro disposto a farlo.

A volte ritorna, e’ vero, ma a volte l’hai persa per sempre.

A volte hai la sensazione che qualcuno l’abbia rubata a te, in realta’ sei tu che hai scelto di lasciarla andare. E’ piu’ semplice dare la colpa che assumersi la responsabilita’ di non aver avuto coraggio abbastanza.

Di cosa sto scrivendo?

Dell’idea, dell’intuizione, di quell’onda creativa che viene a trovarti quando non la stai cercando, quando stai facendo altro e sai che se non la fermi su carta, rischi di perderla.

Se sei una persona creativa, se sei una persona abituata a lasciare la finestra aperta sul mondo interiore sai benissimo di cosa parlo. Parlo di quei momenti in cui scrivi, crei, disegni, progetti e tutto ti sembra perfetto e ti senti connessa con qualcosa di superiore. L’onda creativa arriva quando sei pronta per essere svegliata, arriva per aiutarti a respirare meglio, per aiutarti a vivere il presente, per permetterti di esprimere i tuoi talenti.

Quando ho deciso di aprire questo blog, per poter esprimere al meglio i miei talenti, ho accettato l’invito di un’onda creativa particolarmente insistente.

Buona pratica,

Barbara

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.